Passa ai contenuti principali

Fichi caramellati all’aceto balsamico


Settembre tempo di fichi, ottimi da soli, io li adoro a colazione con la pizza bianca. Ma direi che questa ricette, trovata su un libro di ricette vegan americano ed immediatamente sperimentata da me, li esalta in modo incredibile e fa un effettone con poca fatica e pochissimo tempo.
Occorrente per 8/10 fichi:
1 cucchiaio di burro di soia (fra i tanti provati il provamel mi è sembrato in assoluto in migliore)
1 cucchiaino di zucchero (ma funziona perfettamente anche il miele, un cucchiaio)
5 cucchiai di aceto balsamico
1 mazzetto di rughetta (o di foglie di spinaci)
1 cucchiaino di olio e.v.o
succo di mezzo limone
sale e pepe macinato (al bisogno)
In una larga padella fare scogliere il burro polverizzandoci sopra lo zucchero ( o il miele). Tagliate a metà i fichi per la lunghezza e disponeteli nella padella a faccia in giù. Fateli dorare (dai 3 ai 5 minuti) e quando saranno dorati sul bordo metterli a riposare a faccia in su, su di un piatto.
Nella padella dove è rimasto il burro, aggiungete l'aceto balsamico e fatelo concentrare a fiamma bassa fino a diventare denso come il miele (max 5 minuti a fuoco medio).
Nel frattempo preparate la rughetta tagliandola e condendola con olio e limone, e sale e pepe a piacere. Disponetela in piccole ciotole da porzione, appoggiandovi sopra i fichi, e versandovi sopra l'aceto balsamico.
(ottimo antipasto, ma anche come accompagnamento ad una bistecchina di seitan come secondo o in alternativa i fichi da soli possono essere serviti con gelato di crema come dessert).

Commenti

Post popolari in questo blog

Chi ti credi d'essere? Sei qualcuno? Domande...

Storie di donne, mai a confronto. Ma a conforto e sostegno una dell'altra. Percorsi scavati a mani nude nella propria mente e nel proprio cuore. Ogni nuovo passo non è mai banale e se ne cerca il senso, con una tenacia tutta femminile.

"La sorpresa fu il suo desiderio, quasi la pretesa che ogni cosa tornasse a essere lì apposta per lei, semplice e compatta come il servizio di recipienti da gelato, tanto da convincerla di non essere solo in fuga da delusioni, perdite e abbandoni, ma anche dal loro esatto opposto: dalla cerimonia violenta dell'amore dallo stato di frastornata alterazione che comporta. Perfino quando non era pericolosa faceva fatica ad accettarla. In un modo o nell'altro l'amore ti derubava sempre di qualcosa: una sorgetne di equilibrio interiore, un piccolo nocciolo duro di onestà." Alice Munro

“Per la maggior parte del tempo non avevo fatto altro che avanzare alla cieca da un giorno all’altro...

Eppure dentro di me la vita ardeva. Benché fosse …

Barbabietola rossa, per un buongiorno a colori

Una barbabietola, due carote, una mela, un limone... un pezzettino di zenzero se gradito!

Mangiare tre frutti al giorno è un buon inizio

La salute passa per il fruttivendolo. Ma non lo dice il fruttivendolo, lo dice l'O.M.S., Organizzazione Mondiale della Sanità. Pare infatti che un consumo adeguato di frutta e verdura cambierebbe la mappa mondiale delle malattie cardiovascolari.